giovedì 14 giugno 2012

Lion pubblica Watchmen a tiratura limitata



A questo link davo un'interpretazione del comunicato ricevuto da Lion riguardo la tiratura del primo numero di Watchmen.
Quest'interpretazione si è rivelata sbagliata, mi scuso con quanti ho messo fuori strada.

 RW-LION
Avvisiamo i signori clienti che WATCHMEN N.1, annunciato sul numero 180, giugno 2012, del Mega a pagina 43, è un’edizione commemorativa per i 25 anni del capolavoro di Alan Moore e Dave Gibbons. In virtù di questo, l’albo avrà una tiratura limitata al primo ordine, e non saranno quindi possibili ulteriori riordini, nell’identica modalità già effettuata per i Numeri 0 Lion. L’editore si riserva la facoltà di stampare un piccolo quantitativo da destinare alla vendita diretta per le Fiere di settore.

La lettura corretta del comunicato è che la serie sarà stampata in albetti, 12, tutti a tiratura limitata.
A chiarire la cosa ci pensa Max Ciotola (coordinatore redazionale di Mega) che afferma:

Tutta la serie verrà ristampata in formato albo. Per quanto riguarda l'ordine, funziona come successo per i numeri 0: la tiratura di ogni albo sarà limitata al solo primo ordine. Non sarà quindi possibile effettuare riordini.

Il significato di questa mossa è probabilmente ottimizzare il magazzino, che sarà nullo, e contemporaneamente far schizzare le vendite della serie, con i librai che si troveranno a calibrare gli ordini del primo numero e di quelli a seguire, da qui a un anno, quando uscirà il dodicesimo e ultimo numero della serie e probabilmente il nuovissimo Before Watchmen.

Il senso dell'operazione è massimizzare l'incasso e azzerare le spese.
L'incasso viene massimizzato perchè la serie dura 12 numeri. Se lion la tiene mensile (quindi niente ritardi), cosa già statisticamente improbabile, durerà 12 mesi, un anno.
All'uscita di ogni numero il libraio dovrà avere la disponibilità dei numeri precedenti, questa cosa è fondamentale per rendere appetibile la serie a nuovi lettori per tutta la durata della serie, specie durante l'uscita dei numeri 2, 3 e 4.
Per fare in modo che questo sia fattibile il libraio dovrà cedere al ricatto di comprare tutto subito, dovrà fare una stima di quanto venderà il numero 1 di watchmen in un anno, il 2 in 11 mesi, il 3 in 10 mesi e così via. O passare.
Ma Watchmen è un titolo appetibile e il prezzo di 2.50 euro anche, e i librai ordineranno presumibilmente centinaia di copie sbarellando completamente le classifiche di vendite (ottimizzazione del guadagno per Lion).
Quando, a serie in corso, il libraio sbaglierà un ordine si troverà con una serie monca, e sarà costretto a inseguire scambi deliranti con i colleghi e qualche dipendente Lion morirà perchè le maledizioni saranno tante ed efficienti.
Tutto questo per Lion e Alastor significa picchi di vendite elevatissimi meno le spese di gestione magazzino che saranno pari a zero.

E' molto facile immaginare i magazzini dei librai pieni di albi alternati o saturi di questo titolo. Personalmente questa strategia non la condivido, lungi da me decidere le linee editoriali di chi è professionista, ma mi auguro che questa mossa non si riveli deleteria per il sistema (di certo deleteria per Lion non potrà rivelarsi, se non in termini di fiducia) che è già al collasso, e, soprattutto, che non sia seguita da altri editori.
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

4 commenti:

skalda ha detto...

Quanto tempo pensi che passerà prima di vedere una ristampa del classico volume di WM? 12 mesi + 1 giorno?

A proposito i tre volumi di WM usciti in edicola non sono più disponibili?

HulkSpakk ha detto...

@skalda

Anche meno. Avere un dato del genere aiuterebbe a calibrare gli ordini, non averlo a lavorare a cazzo. Quindi non lo abbiamo :D

MMS ha detto...

Mah! Boh! Bah!
Che fattacci. E che tipacci quesi della Lion.

defra ha detto...

Fumetti pubblicati già in volume unico (oltretutto con strepitosa cura editoriale) che ritornano in formato seriale per me sono una novità... il senso della cosa? Ottimizzare le crisi di nervi?